Abolita l’ICI “prima casa” già a decorrere dal 2008

Pubblicato: 25 maggio 2008 in Comune, Immobili, Imposte comunali, News, Politica, Tasse

Per effetto delle nuove regole emanate dal Consiglio dei Ministri del 21 maggio 2008, l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo, a decorrere dall’anno 2008, è esclusa dall’imposta comunale sugli immobili di cui al D.Lgs n. 504/1992.

Nel delimitare l’applicazione dell’imposta, risultano sicuramente escluse le unità immobiliari di categoria catastale A1, A8 e A9, anche se adibite ad abitazione principale, per le quali continua ad applicarsi la detrazione prevista dall’articolo 8, commi 2 e 3, D.Lgs n. 504/1992.

Tuttavia, si segnala che il testo definitivo del Decreto Legge non è ancora disponibile; inoltre, si evidenziano alcuni casi in cui dovrà essere fatta chiarezza:

  • estensione dell’esclusione dell’ICI anche alle pertinenze dell’abitazione principale (si ritiene corretto applicare le regole di individuazione previste dal Regolamento comunale);
  • abitazione in comodato ai familiari;
  • proprietari ricoverati in case di cura.

 

 

Grazie al Dott. Serra per l’informazione.

commenti
  1. melandroweb scrive:

    Speriamo nell’esenzione delle pertinenze!

  2. equilibrismi scrive:

    Finalmente abolita questa tassa ingiusta, anche se credo che ci fossero altre priorità..
    Vorrei comunque precisare che non è un regalo di Berlusconi. O perlomeno non quanto sembra.
    Temo purtroppo che nessunno sappia che l”ICI l’ha già tolta Prodi con la finanziaria dell’anno scorso, quindi quest’anno non la si paga principalmente grazie al precedente governo che l’aveva tolta a circa il 40% degli Italiani, a quelli che sicuramente ne avevano piu bisogno. …

    http://news.kataweb.it/item/422533/ici-prodi-chi-promette-abolirla-scorda-che-egia-fatto
    http://www.adnkronos.com/IGN/Politica/?id=1.0.1946621398

  3. paoloechiaro scrive:

    io ho solo la terza, ma non la prima, vale uguale? però il mio criceto ha una casa al mare. come si fa? ciao mamma.

  4. FELI79 scrive:

    ottimo anche se io la casa non la tengo!

  5. Beppe scrive:

    Allora siamo in due🙂

  6. Nofriano scrive:

    Il mio nucleo familiare é ora costituito da me e mia moglie.
    Mia moglie ha la residenza anagrafica in una città diversa da quella in cui ce l’ho io.
    Abbiamo 2 case.
    La prima nella città,dove mia moglie ha la residenza ana- grafica, ereditata dalla madre.
    La seconda nella città, dove la residenza anagrafica ce l’ho io. Quest’ultima, anch’essa intestata a mia moglie, ma acquistata dopo il matrimonio, di cui, quindi, son proprietario anch’io.
    Chi dovrà pagare l’ICI per questa seconda casa? E in che misura?
    Grazie infinite.
    Nofriano

  7. Beppe scrive:

    Ciao Nofriano. Penso che la dobbiate pagate assieme, come hai detto, la casa è di tutt’e due.
    Cmq se ti servono informazioni prova a dare un’occhiata
    ai due siti che ti linko di seguito:
    http://www.uau.it/
    http://www.finanze.it/export/sites/default/finanze/dossier_tematici/ici/index.htm

  8. Civitano Domenico scrive:

    Il Comune che delibera l’aumento dell’ICI sulla prima casa, due giorni prima del Consiglio dei Ministri tenutosi a Napoli vedrà rimborsata tutta la somma prevista con l’aumento deliberato?

  9. Anonimo scrive:

    Nofriano segui bene:
    Premetto che per definire una casa prima casa deve essrci la residenza del proprietario!!!!
    Detto questo possiamo sicuramente dire che la casa dove risiedi tu non può sicuramente essere la prima casa di tua moglie (dal momento che non vi ha la residenza lei) ma solo “casa a disposizione” e per queste bisogna pagarci l’ICI per intero. Ora tu dici che anche quest’ultima casa è interamente di proprietà di tua moglie quindi ribadisco che devi pagarci l’ICI per intero e senza detrazioni. Se invece ti sei sbagliato e la proprietà risulta per il 50% tua e per il 50%di tua moglie, allora dovrai fare così:
    – la tua parte non dovrai pagarla perchè la casa tua al 50% è anche dove hai la residenza e quindi è la tua prima casa quindi 0 euro di ICI per te
    – la parte di tua moglie va pagata e i conti li dovrai effettuare prendendo le reddite catastali della casa ed eventualmente del garage annesso e dividerle per due (ad esempio se la reddita catastale è 100 euro per la casa e 50 per il garage le quote di tua moglie risultano rispettivamente 50euro e 25 euro). Con questi nuovi importi dovrai calcolare l’ICI senza alcuna detrazione perchè il 50% della casa in questione è individuata come “casa a disposizione” di tua moglie.

    La casa nel paese dove ha la residenza tua moglie risulta la sua prima casa in quanto proprietaria e residente (attenzione se di fatto non ci abita regolarmente siamo un po contro le norme ancor di più se dentro ci sono delle persone in affitto). Su questa casa non dovrà pagarci l’ICI.

    In bocca al lupo

    se la casa dove ha la residenza tua moglie risulta la sua prima casa (anche se è contro la regola), allora tua moglie non dovrà pagarci la tassa. Ricordati che per essere prima casa devi esserci residente

  10. GIANCARLO scrive:

    Vorrei chiedere se il DL 27/05/08 n° 93 , ha chiarito se le abitazioni in comodato ai familiari sono escluse dal pagamento ICI.
    Grazie

  11. marcella scrive:

    avendo ricevuto i bolletini di pagamento x l ici 2008 cosa dovrei fare ? pagare o no ?

  12. giuseppe scrive:

    parlando di ici prima casa, si parla di tassa di proprietà, giusto ? E poichè anche l’ex bollo auto e stato tramutato in tassa di proprietà. Lo stesso principio vale per la prima auto, giustò

  13. GiuGiu scrive:

    bella cosa…peccato che tolta una tassa ne metterenno sicuramente un’altra!
    siamo perennemente in rosso e i soldi in un modo p nell’altro allo stato devono pur entrare…quindi….

  14. BISCOTTO scrive:

    PERCHE’ DOBBIAMO SEMPRE ANDARE A SCAVARE CHI E DI CHI E’ IL MERITO DI
    AVERE TOLTO L’ICI SULLA PRIMA CASA?????
    SE PRODI AVEVA TOLTO AL 40% DELLE FAMIGLIE ITALIANE L’ONERE DI PAGARE
    L’ICI BERLUSCONI L’HA TOLTO ALLE ALTRE 60%.
    NON E’ MEGLIO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    LO SAPPIAMO CHE IL GOVERNO PRECEDENTE AVEVA ACCORDATO A TUTTI
    I CITTADINI 1,33% FINO A UN MAX DI € 200,00 SULLA PRIMA CASA.
    NON PREOCCUPATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    GUARDIAMO AI RISULTATI E COMINCIAMO A NON PAGARE……………..

  15. giuseppe scrive:

    sono regolarmente sposato con B. L. e per motovi di lavoro abbiamo due residenze su due case di nostra proprietà al 50%. Queste due case vengono utilizzate entrambe come prima casa. Io penso di non dover pagare l’ICI per entrambe.Sarebbe gradita una conferma o meno. Grazie

  16. massimo scrive:

    Ho stipulato un contratto di mutuo acquisto e ristrutturazione per prima casa che tuttora è in fase di lavori. Non avendo la residenza, ovviamente per i motivi di abitabilità dovuti al completamento dei lavori stessi, devo pagare l’ICI per l’anno 2008? Grazie.

  17. frank scrive:

    io ,la casa non la uso ,c’è l’ho in affitto ,devo pagar ici?

  18. frank scrive:

    Chi abita in una casa in affitto e possiede un immobile tenuto a disposizione deve pagare l’Ici su quest’ultimo bene. L’esenzione disposta con il decreto legge 93/08 non riguarda, infatti, la «prima casa», cioè la prima o unica unità immobiliare posseduta, ma solo il fabbricato posseduto e destinato direttamente ad abitazione principale del soggetto passivo.
    Si tratta di uno dei quesiti più frequenti posti dai contribuenti, spesso disorientati da prassi e regolamenti comunali. Il limite della normativa agevolativa risiede nel fatto di aver tramutato in esenzione totale clausole deliberative pensate per un semplice sconto d’imposta.Caro massimo dobbiamo pagare

  19. pina latino scrive:

    ciao quanto viene detratto per ICI prima abitazione?

  20. Sono proprietario della abitazione dove ho la residenza anagrafica e abito con la mia famiglia. Per ragioni di lavoro ho acquistato un’altro immobile fuori Comune dove ho la mia abituale dimora. Devo pagare l’ici su questa seconda casa? Grazie.

  21. antgri scrive:

    ottimo ma a che prezzo? magari verrano tagliati i fondi alle FS..vedremo meno treni per i pendolari in giro?

  22. antonio scrive:

    Mi potreste dire se sono tenuto a pagare l’ici considerato il fatto che sono proprietario solo di un garage ma in affitto come abitazione? Non sono proprietario di nessun appartamento, ripeto, ma solamente di un garage di 24 mq..

  23. antonio scrive:

    ragazzi mi sapreste dire se e’ previsto un rimborso enel che va dal 1998 al 2004…non ho capito bene il motivo per il quale si può chiedere il rimborso, ma sono certo che in molti, hanno recuperato qualche soldino..ripeto, non ho capito bene il motivo, ma il caso non e’ riferito sicuramente al black out che si verifico’ tempo fa’, in cui molti hanno percepito la misera somma di euro 28..Grazie

  24. giuseppe scrive:

    cosa si intende per prima casa ?

  25. Cesare Nistri scrive:

    Ormai la vera difficoltà sta nel comprarla la casa. Magari si trattasse solo di pagarci l’ICI?!?!?🙂 Forse sarebbe stato meglio alleggerire le imposte che si pagano in compravendita.

  26. Caterina scrive:

    Salve,avrei una domanda.Sono residente in Germania,ma abbiamo un appartamento in Italia di nostra propieta’,fino adesso abbiamo pagato sempre l ‘ici,ma ora che l ‘hanno tolta ci dicono che noi che siamo all’estero la dobbiamo pagare lo stesso anche se e’ prima cosa ,ma e giusto? Sapete dirmi qualcosa? Grazie.

  27. fabio scrive:

    con la fidanzata abbiamo acquistato 6 anni fa una casa presso la quale risultiamo residenti ma, in realtà non vi abitiamo, in quanto siamo in attesa di reperire i fondi necessari alla ristrutturazione. Attualmente abitiamo con i ns. genitori. Può essere considerata seconda casa? e’ vero che perdiamo anche le agevolazione avute all’atto dell’acquisto come prima casa?

  28. Max scrive:

    Ciao a tutti.
    Ho una mezza idea di affittare PARZIALMENTE LA PRIMA CASA, cioè 2 stanze della casa (che ne ha altre 2
    +bagno e cucina) in cui sono residente con contratto transitorio per
    studenti universitari.

    Questo mi comporta la perdita dell’esenzione ICI o altri benefici?

    Grazie

  29. paolo scrive:

    cittadino straniero con residenza in paese estero compra una casa in italia ha pagato l’imposta di registro come prima casa e non ha pagato l’ici. Io ritengo che che nonpossa trattarsi di prima casa, che le imposte andavano pagate sensa agevolazioni e l’ici dovuta:
    Sono nel giusto?

  30. diana scrive:

    ho la residenza in una casa della quale sono la proprietaria, ma per motivi di lavoro vivo in un’altra città, in affitto.. Nella casa di mia proprietà vivono i miei genitori. Se dovessi spostare la residenza nella città in cui effetivamente vivo dovrei pagare l’ici?

  31. daniela scrive:

    ho acquistato la mia prima casa a maggio 2008 ancora non ci abito e non ho fatto nessun cambio di residenza,vivo ancora con i miei genitori.Devo pagare l’ici???? attualmente la residenza e’ nello stesso comune.
    grazie

  32. Giuseppe scrive:

    Salve, sono proprietario di prima casa nel comune di Cardito (Na), ma per motivi di lavoro ho la residenza e sono in affitto in una abitazione in un altra città. Vorrei sapere se sono tenuto a pagare l’ici sulla mia prima casa pur non avendo la residenza in quel Comune.
    N.B.:Il Comune di Cardito ritiene che Io debba pagare l’ici.
    Grazie aspetto una vostra risposta.

  33. BARBARA scrive:

    Salve sono proprietaria di prima casa dove pero’ abitano i miei genitori (ad uso gratuito). Io abito con il mio compagno nella sua casa. Mi sono informata e mi
    hanno detto che il pagamento o meno dell’ici dipende dal regolamento comunale. A Castel d’ Ario la concessione ad uso gratuito non e’ prevista per tanto io dovrei pagare, mentre in tanti altri paesi vicini (Mantova compresa) non si paga. Non posso fare niente per non pagare questa tassa visto che l’immobile in questione è realmente la prima casa dei miei genitori che non possiedono nient’altro?
    Saluti e grazie

  34. poverosilvio scrive:

    berlusconi boia

  35. Nino scrive:

    Da circa 4 anni risulto ancora residente in un appartamento dove in realtà non vivo più. Da allora lo stesso comune rifiuta la mia richiesta di residenza nella mia casa di proprietà al 50% , perchè occupata ( illegalmente ) dalla mia ex moglie . Il comune può chiedermi il pagamento dell’ I.C.I della casa di mia proprietà al 50% ( non ne ho altre) con l’imposta di “SECONDA CASA”?.
    Vi ringrazio anticipatamente per una chiara ed esaudiente risposta.
    Nino.

  36. andrea maijor scrive:

    ho acquistato una seconda casa al 50% prima casa per la moglie e al 50% seconda casa per me. io soltanto percepisco un reddito ed ho stipulato un mutuo.La domanda e’: a parte l’I.C.I. posso avere detrazioni fiscali nella dichiarazione dei redditi visto che sono monoreddito,il mio soltanto? grazie per eventuali chiarimenti.

  37. Pasquale scrive:

    ho acquistato un appartamento come 1 casa con rogito il 07-02-2008 e poichè l’ici è stata abolita dal 2008 ho ritenuto opportuno non fare alcuna dichiarazione al Comune.
    Secondo un impiegato del Comune afferma che dovrei fare comunque una dichiarazione per l’immobile in quanto proprietario dal giorno dell’atto, e pagare l’ici dalla data del rogito sino a dicembre 2008. In più entro luglio 2010
    fare una dichiarazione dove attesto che l’appartamento è 1 casa. Mi sembra un pò assurdo pagare l’ici in quanto l’acquisto è avvenuto dopo l’abolizione.
    Posso avere un vostro parere?
    Grazie

  38. sandro scrive:

    io e mia moglie possetiamo unica casa , abitata dai genitori di mia moglie, dobbiamo pagare l’ici?, noi abbiamo la residenza nella stessa citta ma in abitazione diversa.

  39. Laura scrive:

    salve, chi i puo’ dire se mio suocero deve pagare l’ici sulla casa dove abitiamo io e mio marito, suo figlio, a cui concede la casa in uso gratuito quale familiare?
    Mio suocero ha casa di proprieta’ dove abita e quindi quella e’ la sua prima casa, dove abitiamo noi e’ considerata seconda casa ma dato che la concede al familiare e’ assimilabile alla prima casa?
    grazie a chi mi potra’ rispondere

    laura

  40. Gianni scrive:

    Salve, Sono proprietario di un immobile come da Catasto A3. Mi trovo per lavoro in altra citta’/regione …ed in questo ultimo sono in affitto in una casa …ovviamente inutile dire che pago l’affitto …..ora visto che è chiara la legge sull’Ici (del 2008) ma ho dubbi in merito circa il pagamento dell’imposta sul mio immobile di proprieta come sopra descritto.

    In definitiva io credo che non debba pagarla o erro?

    Gianni

  41. Alex scrive:

    Ho una abbitazione data in comodato d’uso gratuito a mio figlio
    delle due abbitazioni di categoria A6 devo pagare l’ici
    grazie ciao

  42. Danilo scrive:

    Sono un italiano residente all’estero e inscritto all’AIRE
    Ho un appartamento e la nuova legge prevede che essendo una prima casa dovrei non dovrei pagare la tassa ICI.
    Il comune del mio paese mi ha imposto il pagamento dicendo che per noi italiani all’estero non ce legge in vigore e percio’ dobbiamo pagare.
    Ora vorrei sapere se per noi l’abolizione della tassa ICI non cè.
    Sono in possesso di un documento di un paese italiano ( non il mio )
    dove il comune rimborsa il pagamento ICI effettuato da una mia conoscenza,anche lui è inscritto all’AIRE con una casa non locata.
    Ora è mai possibile che ci siano due pesi e due misure?
    Grazie infinite a chi potrà rispondere a questa mia domanda.

  43. D'Alesio Raimondo scrive:

    Ho una sola casa di proprietà che ho dato in affitto.
    Vivo a casa di mia figlia dove ho anche la residenza.
    Devo pagare l’I.C.I. per la sola casa che possiedo?

  44. patrick scrive:

    Buon pomeriggio mi chiamo Rocco vi contatto dalla provincia di Varese dal comune di Venegono Superiore , sono un semplice cittadino che vuole vederci in modo più chiaro possibile per come si sta comportando l amministrazione comunale nei miei confronti:
    Il mese di luglio in data 21 ho acquistato un appartamento nel comune di Venegono superiore in provincia di Varese ,un appartamento usato e costruito nel 2001 , e di circa 80 mq da adibire esclusivamente a prima abitazione , e secondo le normative vigenti dovrebbe essere esenta da ICI .
    LA COMPRAVENDITA DELL IMMOBILE è avvenuta in modo del tutto regolare con tutte le garanzie di legge dinanzi ad un Notaio e con l accensione di un relativo mutuo , in tutti gli atti stilati è stato chiaramente specificato che l abitazione avrebbe avuto un unico fine abitativo come prima casa , per questo siamo stati resi dotti di tutte le condizione per usufruire di tale sgravo per esempio di portare la residenza nel comune dell immobile entro un anno dall acquisto.
    Specifico che non ho mai avuto fino ad oggi la residenza nel Comune di Venegono Superiore , prima di cambiare la residenza ero residente in comune del circondario , a Malnate ,sempre in provincia di Varese ,e vivevo a casa di mia suocera , visto che sono sposato ed ho un bambino di 2 anni , quindi non sono mai stato possessore o proprietario di nessun altro immobile .
    Il mio nucleo familiare è composto da 3 individui , nel momento dell acquisto dell immobile ho provveduto a cointestarlo con mia moglie che siamo regolarmente sposati in separazione dei beni , al momento risultiamo proprietari in quote uguali .
    Sino alla data del 11. dicembre 2009 data in cui ho presentato richiesta per il cambio di residenza ,visto che nell intervallo tra l acquisto e la richiesta non potevo avanzarla perchè stavo apportando dei lavori di rifinitura e non poteva essere abitata e qundi il l Amministrazione locale non avrebbe concesso il cambio di residenza .
    il giorno che sono andato presso il Comune per presentare la mia richiesta e dopo essere stata accolta mi hanno indirizzato presso l Ufficio Tributi dove vi hanno presentato un conteggio suddiviso in quote del 50% tra me e mia moglie , quali cointestatari , riferito all ICI COME SECONDA CASA , pari a 65 euro io e 65 euro mia moglie , ho cercato di chiedere chiarimenti spiegando in modo dettagliato tutte le indicazioni suindicate , visto da nessuna parte si evince che per il sottoscritto è una seconda casa e che su tutti gli atti è riportato che la compravendita gode di tutte le agevolazioni prima casa e che non sono intestatario di nessun tipo di immobile.
    Personalmente credo che non ci siano proprio i prosupposti costituzionali ed oggettivi per questa STRANA tassazione ,considerando anche che la tassa sull ici per immobili adibiti a prima abitazione non è più dovuta se rispecchia alcune caratteristiche tecniche strutturali .
    Le spiegazioni che mi hanno dato gli addetti dell Ufficio Tributi che forse avevo ragione ma comunque devo pagare lo stesso perchè loro applicano vecchi regolamenti .
    riporto le caratteristiche catastali per una più completa visione del quesito .

    Fabbricato con rendita catastale

    FG 7 – NR. 6172- SUB. 10- CAT A02 – CL 05- CONS 6,0 RENDITA CATASTALE 511,29 euro POSS 50,00 % – M. POSS 5 – AB.PR. 0

    ALIQUOTA 5,80 ORDINARIA .